Composizione Negoziata: qual è il ruolo dell’Agente? – Intervista ad Attilio Caccetta

Condividi su

Parliamo di Composizione Negoziata della Crisi d’Impresa: uno strumento giuridico recentemente introdotto nel Nuovo Codice della Crisi d’Impresa nel quale, sempre più frequentemente, i professionisti di LAS sono coinvolti sin dalle fasi iniziali, sia per facilitare le interlocuzioni tra le parti sia per fornire un supporto efficace all’intero tavolo.

La CNC sta assumendo una veste sempre più centrale nell’ambito del restructuring; settore che LAS presidia, con un’esperienza riconosciuta sul mercato, sin dal 2009.

In questo contesto il ruolo dell’Agente sta diventando sempre più importante: ne abbiamo parlato con Attilio Caccetta, Principal di Loan Agency Services S.r.l.

Come è nata l’esigenza di introdurre il ruolo dell’agente anche nelle procedure di Composizione Negoziata?

Le norme prevedono una procedura ben definita, ristretta nei tempi, che coinvolge l’impresa, i suoi creditori e un soggetto terzo – l’Esperto – nominato da soggetti istituzionali, chiamato a svolgere un ruolo determinante nell’agevolare le trattative tra i vari attori interessati e individuare/agevolare soluzioni per il superamento della fase di crisi. Dopo alcuni mesi di applicazione della norma, l’esperienza sul campo ha fatto emergere alcuni evidenti problemi, anche solo di corretto e ordinato flusso procedurale, che possono rappresentare significativi ostacoli alla rapida e positiva evoluzione della Procedura stessa.

E quindi questa esigenza cosa ha comportato?

Gli advisor e le banche hanno iniziato a segnalare alle società l’esigenza di avere una figura di raccordo volta a facilitare il coordinamento del tavolo interbancario, partendo da un’accurata conoscenza del linguaggio bancario e dell’impresa e che sia in grado di condurre un processo ordinato e funzionale al raggiungimento di un comune obiettivo.

Quali sono le modalità con cui LAS viene coinvolta all’interno di una procedura di Composizione Negoziata?

LAS è stata negli anni in grado di creare un forte network di contatti sia tra le Banche che tra i consulenti legali e finanziari, intercettando costantemente le varie esigenze di mercato e adattandosi alle evoluzioni che il settore ha vissuto negli anni.

Solitamente LAS viene coinvolta sulle Composizioni Negoziate dalle Società, su input delle banche o dei propri consulenti; capita ormai sempre più spesso, infatti, che gli attori coinvolti sentano l’esigenza di un coordinamento immediato, sin dalle prime battute, del tavolo interbancario: la figura di LAS garantisce un immediato supporto in tal senso.

Come si svolge l’attività di LAS una volta coinvolta nella procedura?

LAS è in grado di supportare il tavolo nella gestione dei processi, coadiuvare gli advisor legali e finanziari e la Società nella riconciliazione puntuale dei debiti e monitorare i processi decisionali e deliberativi dei soggetti partecipanti. È inoltre importante creare subito un filo conduttore forte con l’Esperto, diventando un vero e proprio “braccio operativo” di quest’ultimo, in grado di organizzare le conference call, redigerne i verbali e mettere a disposizione delle parti una dataroom in cui reperire tutti i documenti che saranno prodotti durante la fase negoziale.

Quali sono i vantaggi che LAS può garantire all’interno di una procedura in favore di tutti gli attori partecipanti?

L’esperienza ultradecennale nel mondo del restructuring ci ha permesso di acquisire una buona conoscenza e padronanza del linguaggio bancario, fornendo un importante contributo sia nella fase iniziale della procedura che durante la fase negoziale; proprio questa esperienza ci ha permesso di facilitare le interlocuzioni fra le parti, migliorare il coordinamento dei creditori, anche al fine di fornire risposte e assumere decisioni creditizie in modo tempestivo.

La figura dell’Esperto è stata introdotta con la Composizione Negoziata della Crisi d’Impresa: quali sono i punti di contatto con l’Agente?

Sicuramente l’Agente rappresenta un grande aiuto per l’Esperto, che può avvalersi del supporto di LAS per attività quali l’organizzazione delle call, la redazione dei verbali e la messa a disposizione di una dataroom; diventa, quindi, da subito l’interlocutore principale per la gestione delle informative e per il coordinamento del tavolo.

Dobbiamo, poi, considerare anche la profonda conoscenza del settore del restructuring da parte di LAS, il che permette di poter decifrare al meglio le varie esigenze bancarie ed indirizzare, eventualmente, l’Esperto nella più agevole comprensione delle posizioni bancarie.

È importante sottolineare anche come, sempre più spesso, è direttamente l’Esperto a richiedere l’inserimento di LAS, proprio per la nostra capacità di rafforzare il presidio di tutte le fasi delicate dei processi di una Composizione Negoziata.

Per chiudere, come possiamo, descrivere in poche parole il ruolo e la presenza di LAS nella Composizione Negoziata?

Usando termini cinematografici, LAS può essere definita come il Sig. Wolf del film di Quentin Tarantino: risolve problemi. In generale, possiamo riassumere LAS con tre semplici parole, che sono quelle che contraddistinguono i nostri servizi, anche nella Composizione Negoziata: terzietà, esperienza e professionalità.

Condividi su

Siamo a disposizione per assistenza e informazioni sui nostri servizi